Tutto pronto per la “Ragazza con l’orecchino di perla”

IMG_8610Aprirà sabato 8 febbraio la mostra che ospiterà a Palazzo Fava, fino a maggio, “La ragazza con l’orecchino di perla”. Per accogliere al meglio il famoso capolavoro della pittura olandese, la squadra No TAG si è attivata, grazia la finanziamento di Hera, per riportare la pulizia e il decoro sui muri di via Galliera: di qui infatti nei prossimi mesi passeranno migliaia di visitatori in arrivo dalla stazione e diretti all’esposizione.Si è quindi spostato su questa direttrice, d’accordo con il Comune di Bologna, il lavoro degli addetti delle tre cooperative che hanno cominciato dalla fine del mese di gennaio, d’accordo con il Comune, a ripulire i muri di vari materiali da tag, graffiti, scarabocchi e altre brutture. L’intervento è stato portato a termine sugli edifici più vandalizzati, spesso di proprietà privata: Hera si è mossa infatti per ottenere le liberatorie degli amministratori dei condomini interessati per poter procedere nell’operazione e restituire alla città una via pulita e piacevole.
“Lavorare in centro è più che mai necessario e ci mette a contatto con tante persone che si fermano a guardare, a chiacchierare, a scambiare un saluto” racconta uno degli addetti, intento a applicare il gel rimotore su una delle colonne dell’edificio del cinema Capitol: ” I passanti però hanno spesso reazioni discordanti. In tanti sono entusiasti del lavoro svolto, ma sono anche moltissimi quelli che borbottano pessimisti che non durerà”. E una collega gli fa subito eco: “lavorando ogni giorno ci capita spesso di ragionare a come si potrebbero prevenire questi atti vandalici. A volte penso che basterebbe prenderne uno e fargli sperimentare la fatica che si fa a rimuovere anche un solo segno della bomboletta per far cambiare un po’ la mentalità”.
I lavori proseguiranno nelle prossime settimane all’ex Basilica di Santa Cristina, alla Casa Morandi e ancora in Montagnola, per arrivare in primavera anche nelle scuole della città dove saranno coinvolte le classi  in attività educative specifiche e anche nell’illustrazione delle tecniche per la rimozione dei graffiti.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: