Abdelghani

IMG_0176 [1280x768]Le cooperative all’ opera per risanare i muri della nostra città impiegano personale proveniente da varie situazioni, più o meno sfortunate, formandoli adeguatamente, e dando loro la possibilità di migliorare la propria condizione, e perché no , di migliorare anche sé stessi: tra loro infatti ci sono anche ragazzi provenienti da varie situazioni di disagio, ad esempio in regime di semilibertà o in re-inserimento lavorativo.È il caso di Abdelghani che scherzosamente si fa chiamare “Gianni” – forse per sentirsi meno lontano dalla realtà che lo ospita- il quale ha iniziato a frequentare il corso formativo per i lavori di rimozione a dicembre 2013, quando ancora si trovava al carcere di Dozza; a marzo è entrato in regime di semi-libertà, al mattino usciva dal carcere, e dopo la giornata lavorativa vi rientrava, occasione questa per respirare poco alla volta aria di libertà e re-introdursi nella società facendo qualcosa di utile per essa.
Ora ha finito di scontare la sua pena, ma il lavoro di rimozione continua: al momento Abdelghani lavora grazie a una borsa augurandosi che questo percorso professionale continui con la stessa soddisfazione con la quale si sta svolgendo in questi mesi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: