Resistenza alle scuole Zanotti

IMG_0757 [800x600]Non si arrende, la squadra NO TAG Bologna. E con lei non si arrende il Comune, rappresentato stamattina dall’Assessore ai Lavori Pubblici Riccardo Malagoli. Le scuole Zanotti erano state ripulite da graffiti e tag lo scorso mese nel contesto del progetto di lotta al vandalismo grafico promosso dall’amministrazione: un intervento che aveva coinvolto questo come altri edifici scolastici in tutti i quartieri di Bologna. Ma a poche settimane dall’intervento, la brutta e temuta sorpresa: la scuola è diventata oggetto di nuovi episodi di vandalismo. A segnalarlo sono stati i ragazzi della scuola, che avevano seguito attentamente i lavori partecipando alle attività didattiche che accompagnavano il progetto. Da qui la decisione di tornare, come accaduto per altri edifici, per ripulire la scuola e contrastare con decisione il gesto di pochi maleducati.
Ad accompagnare l’avvio dei lavori oggi l’assessore ha portato ai ragazzi della scuola e agli operatori della squadra il suo saluto e il suo impegno: “Abbiamo lavorato a lungo in classe sull’arte dei murales, ma quello che è apparso sulla nostra scuola non è arte” hanno raccontato a Malagoli i ragazzi della II A, accompagnati dalla professoressa Gaia Capecchi: “Guardando la squadra No TAG al lavoro abbiamo capito quanto lavoro, fatica e denaro ci vuole a togliere la traccia lasciata in pochi minuti da una bomboletta: e soprattutto che il risultato finale non è mai come l’originale. Ringraziamo il Comune per questo nuovo intervento che riporterà per la seconda volta la bellezza sulla scuola”. Prima di andare insieme a verificare lo stato di avanzamento dei lavori, che si concluderanno entro la giornata, l’Assessore ha risposto confermando l’impegno del Comune in questa lotta: “Siamo attivi su tanti fronti, e in questi giorni altri membri della squadra stanno lavorando anche in via Indipendenza, per riportare il cuore del centro storico alla bellezza. Ma come voi rispettiamo il valore dell’arte e proprio per questo ripartirà a breve anche il progetto Frontier che ha già portato in passato sui muri della città le opere dei grandi artisti internazionali, per la realizzazione di murales di grande qualità che regalano bellezza a tutta Bologna”.
La mattinata si è conclusa con l’impegno da parte dei ragazzi e della scuola di attivarsi ulteriormente per mettere in campo attività di sensibilizzazione, comunicazione e un intenso passa parola dentro e fuori la scuola per fare in modo che l’edificio rimanga pulito, coinvolgendo anche gli altri studenti e i ragazzi del quartiere.
Gli interventi hanno interessato altre 14 scuole, oltre a teatri, sedi del comune e di quartiere, biblioteche, giardini e muri pubblici, dall’Archiginnasio al Teatro comunale, dal Teatro San Leonardo al ponte di San Donato. Per ogni intervento, in caso di ri-vandalizzazione la squadra è sempre pronta ad intervenire.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: