Riparte FRONTIER

frontierMentre i No TAG continuano a lavorare per le vie del centro eliminando tag e brutture dai muri della città, a Bologna parte l’edizione 2014 di Frontier – La linea dello stile, il progetto curato da Claudio Musso e Fabiola Naldi con cui il Comune di Bologna, in collaborazione con la Regione Emilia-Romagna, valorizza il Writing e la Street Art. FRONTIER continua il percorso storico artistico iniziato nel 2012 in città e quest’anno amplia il numero delle opere: un’ulteriore conferma dell’attenzione dell’amministrazione per le forme artistiche del Writing, che negli spazi individuati in maniera condivisa trovano spazio e valorizzazione.

Durante i mesi di luglio, agosto e settembre, infatti, Bologna ospiterà nuovamente artisti stranieri e italiani che lavoreranno alla creazione di opere di grande portata architettonica e visiva. Le superfici individuate dai curatori si dividono nelle sezioni Walls e Boxes, alle quali si aggiungerà in settembre una terza sezione che concluderà il progetto. Quest’anno dunque agli alloggi di edilizia residenziale pubblica (ACER) si affiancano superfici diverse che consentono sia di operare in nuove zone della città sia di offrire agli artisti nuovi stimoli e contesti inediti.

Gli artisti invitati quest’anno appartengono alle ultime due generazioni che, soprattutto in ambito europeo, hanno dettato i codici di sviluppo nel Writing e nella Street Art come il francese Lokiss, lo statunitense Poesia, il polacco Seikon, la spagnola Nuria e gli italiani Rae Martini e Peeta.

Il programma:

FRONTIER Walls
Sezione dedicata alle facciate di grande dimensione collocate nell’area urbana esterna ai viali (tre edifici di proprietà comunale a gestione ad Acer e un edificio scolastico):

30 giugno – 4 luglio facciata Scuole Primarie Gualandi, via Beroaldo n. 2 (Quartiere San Donato) opera Peeta
23 – 30 luglio, via XXI Aprile 1945 n.38 (Quartiere Saragozza) opera Poesia
27 luglio – 1 agosto, via Scipione dal Ferro (Quartiere San Vitale) opera Seikon
1 – 7 agosto, via Gianni Palmieri (Quartiere San Vitale) opera Nuria.

FRONTIER Boxes
Sezione dedicata a due edifici in Largo Caduti del Lavoro, all’ingresso della Manifattura delle Arti, scelti in collaborazione con Gruppo Hera:

7 – 18 luglio opera Lokiss
7 – 18 luglio opera Rae Martini

I due artisti proporranno anche un lavoro combinato, in cui gli stili di entrambi si contamineranno e si confronteranno nelle facciate interne degli edifici coinvolti.

FRONTIER Voices
Testimoni e protagonisti della scena urbana e underground incontrano il pubblico al MAMbo. Ingresso libero:

10 luglio, ore 18.30 – Sala Conferenze MAMbo: Rae Martini
17 luglio, ore 18.30 – Sala Conferenze MAMbo: Lokiss
19 luglio, ore 18.30 – Sala Conferenze MAMbo: Henry Chalfant
19 luglio, ore 22:00 – Giardini del Cavaticcio: proiezione di Style Wars, un film di Tony Silver e Henry Chalfant (USA/1983, 70′).
24 luglio, ore 18.30 – Sala Conferenze MAMbo: Poesia

FRONTIER è un progetto a cura di Claudio Musso e Fabiola Naldi sostenuto e coordinato dal Comune di Bologna – Settore Sistema culturale e Università, in collaborazione con il Settore Servizi per l’abitare e i quartieri Navile, Porto, San Donato, San Vitale, Saragozza, con il patrocinio e il sostegno della Regione Emilia-Romagna.

Sono partner istituzionali  del progetto Urban Center Bologna, a ACER – Azienda Casa Emilia-Romagna della Provincia di Bologna e MAMbo – Museo d’Arte Moderna di Bologna.

Visita il sito frontier.bo.it

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: